Il Passato Perpetuo

$ 300.00

Il Passato Perpetuo è il primo libro pubblicato da Ernesto Bazan. E ‘uscito nel 1983. E’ un libro molto raro (ha più di trent’anni), pochissime copie rimangono. Mentre stava ancora studiando fotografia alla School of Visual Arts (1979-1982) il giovane Bazan ha iniziato a esplorare la comunità italiana-americana a New York e nelle zone limitrofe, nel tentativo di capire il suo passato recente.

COD: PerpetualPast Categorie: ,

Descrizione

Il Passato Perpetuo è il primo libro pubblicato da Ernesto Bazan. E ‘uscito nel 1983. E’ un libro molto raro (ha più di trent’anni), pochissime copie rimangono. Mentre stava ancora studiando fotografia alla School of Visual Arts (1979-1982) il giovane Bazan ha iniziato a esplorare la comunità italiana-americana a New York e nelle zone limitrofe, nel tentativo di capire il suo passato recente. Voleva intendere come gran parte della cultura d’origine italiana, la lingua, e le tradizioni facevano ancora parte vita quotidiana degli italo-americani. Bazan ha trascorso 4 anni approfondendo questo lavoro. E ‘stato pubblicato quando aveva solo ventitré anni. Firmato dal fotografo. In perfette condizioni.

 

Sono arrivato a New York nel gennaio del 1979. A parte i miei bagagli pieni di vestiti e di cose, avevo portato con me l’immaginaria valigia dell’emigrante piena di ricordi, odori e sapori della mia isola natia. Ero cosciente che stavo seguendo lo stesso percorso che molti altri siciliani avevano intrapreso prima di me. Invece di avere preso la nave per raggiungere “L’Ammerica”, io scendevo da un aereo su questa terra piena d’opportunità. Malgrado ciò, rimanevano molte somiglianze fra il mio viaggio e il loro. Divenne ovvio che fotografare le comunità italo americane fu il passo successivo. Era, allo stesso tempo, una maniera per rimanere legato alle mie radici e per scoprire da solo cosa avevo da condividere o no con tutti loro. Le mie fotografie volevano essere un amalgama di differenti stili di vita. Gli avvenimenti pubblici e semipubblici come cene, danze, matrimoni, feste religiose e sociali erano rituali imprescindibili che caratterizzavano gli italo americani e che mi hanno sempre affascinato come fotografo.

–Ernesto Bazan

 

Dall’introduzione a Il Passato Perpetuo di Jerry Mangione

“Più di un secolo fa ebbe inizio il grande esodo di circa cinque milioni di emigrati italiani (la grande maggioranza dal sud d’Italia), che affluirono negli Stati Uniti dando origine alle “Little Italys” per rimanere fra di loro e alleviare le pene di essersi trapiantati in terra straniera. Nel corso della stessa epoca, altri gruppi d’immigranti provenienti dal Sud e dall’Est dell’Europa erano similmente motivati a stabilire piccole isole etniche; sebbene nessuna sia sopravvissuta in maniera così forte e vivida come le “Piccole Italie”, che continuano a prosperare ancora oggi in svariate città del paese.

Finalmente, queste enclavi italo-americane sono passate allo scrutinio di un fotografo con la sensibilità di un artista e con un’intima coscienza del suo passato meridionale. Un siciliano di nascita e un frequentatore delle Little Italys per ossessione, Ernesto Bazan ha prodotto un album di gemme fotografiche che, nel loro insieme, si propongono come una piccola commedia umana di evocare una civiltà singolare che si rifiuta di scomparire, aldilà delle sollecitazioni turistiche”.

Informazioni aggiuntive

Peso 2.5 lbs
Dimensioni 12.5 x 11 x .08 in
Book Author

ISBN-13

978-8837300241